G.B. Palumbo & C. Editore S.p.A. - Rivista annuale online di studi sul teatro antico

Dionysus ex Machina

pubblicato il: 24 Maggio 2017
categoria: recensioni spettacoli
Martina Treu

Euripide e Seneca (non) si incontrano a Tindari

Il promontorio montuoso di Tindari (sulla costa nordorientale della Sicilia, tra Milazzo e Capo d’Orlando) viene associato solitamente al santuario omonimo che svetta sulla sua sommità, o semmai a un noto giallo di Andrea Camilleri (La gita a Tindari, Palermo, 2000). Ma alla presenza ingombrante del santuario, che domina prepotentemente il panorama, si contrappone all’estremità opposta del monte quella più discreta, anzi ‘segreta’, del teatro greco: affacciato sul mare e sulle isole Eolie, completamente nascosto alla vista da ogni altro angolo di visuale, si rivela a chi lo visita un altro ‘santuario’, dedicato ai Misteri di Dioniso. 

Questo gioiello del IV secolo a.C., dopo millenni di abbandono, fu riaperto nel 1956 dall’Aiace sofocleo diretto da Michele Stilo (interpreti, tra gli altri, Andrea Bosic, Alberto Lupo, Gianrico Tedeschi). Vi partecipò anche – non accreditato – Emilio Isgrò, nativo della vicina Barcellona. Per ironia della sorte, all’epoca, proprio il nome del futuro ‘Maestro della Cancellatura’ fu ‘cancellato’ per errore dai manifesti. In seguito il teatro ha ospitato con regolarità varie rassegne e festival, e nel 2016 il sessantesimo anniversario della riapertura è stato celebrato con la partecipazione straordinaria di un artista d’eccezione, il siciliano Vincenzo Pirrotta, interprete di Aiace e di un Ciclope euripideo nella versione siciliana di Luigi Pirandello, datata 1911 (‘U Ciclopu). 

Quest’anno una nuova edizione del Ciclope inaugura a Tindari il diciassettesimo ciclo di spettacoli classici del Festival “Teatro dei due mari”, con la direzione artistica di Edoardo Siravo e la drammaturgia di Filippo Amoroso. I due sono rispettivamente protagonista del Ciclope e autore dei due ‘adattamenti (così in locandina) di Ciclope e Medea, in scena a giorni alterni dal 24 maggio al 4 giugno, e in doppia replica serale il 2 e 3 giugno (si veda teatrodeiduemari.it). Quest’ultima soluzione ripristina ‘alla greca’ la successione di tragedia e dramma satiresco, ma non produce l’effetto sperato, ossia l’atteso incontro Euripide-Seneca.

 

Per continuare a leggere, scarica gratuitamente il pdf, cliccando sul link in basso.

Scarica la notizia completa

Articolo completo

Fai clic sull'icona del file a lato
per scaricare la notizia completo
in formato Acrobat PDF.

Cerca in notizie...

Puoi affettuare la ricerca inserendo
il titolo o l’autore.

Scheda abboanmenti

Registrati gratuitamente alla rivista online

Dionysus ex machina, rivista on line di studi sul teatro antico pubblicata con cadenza annuale, si articola in sei sezioni (Testi, Dopo l'antichità, Scene, Monumenti, Cinema, Laboratori. Scuola e Università) e in uno spazio ulteriore (Notizie) costantemente aggiornato, che ospita annunci, recensioni e agili schede di spettacoli teatrali, libri, convegni, festival attinenti alla drammaturgia e, più in generale, alla cultura classica. Sono disponibili liberamente tutti gli articoli, i contenuti multimediali, lo spazio Notizie e i link, previa registrazione gratuita.

I volumi della Biblioteca di DEM possono essere acquistati interamente o per singoli articoli tramite Casalini Libri.

REGISTRATI