G.B. Palumbo & C. Editore S.p.A. - Rivista annuale online di studi sul teatro antico

Dionysus ex Machina

g.b. palumbo editore & c. s.p.a.
pubblicazione: N.1 - Anno 2011
A.M. Andrisano

Ritmo, parola, immagine: termini chiave della ricerca teatrologica. A proposito dell'agone delle Rane aristofanee

La commedia aristofanea, pur non esente, nei secoli successivi alla sua affermazione sulla scena ateniese, da valutazioni di inattualità a causa delle tematiche e delle situazioni proposte, riveste notoriamente un ruolo centrale nel corso della tradizione dei testi classici a partire dall'esperienza alessandrina*. Se, ad esempio, sul versante della rappresentabilità (ma non della lettura) viene penalizzata dal noto confronto plutarcheo a favore del più universale Menandro*, per molti altri aspetti, a partire da quelli strettamente linguistici, non cessa di essere oggetto di considerazione e di attenzione colta: basti pensare ancora in epoca imperiale al dissimulato, e non sufficientemente indagato, apprezzamento di un autore cosmopolita come Luciano, tra le cui fonti, non sempre esplicitamente dichiarate, i testi di Aristofane, nonché quelli della tradizione giambica e comica in generale, vanno certo iscritti*. Vorremmo in questa sede mettere in luce (per sottolineare ulteriormente l’importanza delle tematiche del Convegno di cui andiamo pubblicando gli Atti) come le partiture del nostro Comico, che ritroviamo in qualità di personaggio semiserio nel Simposio platonico, ammesso non a caso in una cerchia di filosofi e intellettuali, abbiano incisivamente condizionato le successive analisi critiche e le conseguenti valutazioni dei testi del teatro antico (non solo comico) sulla base di una imprescindibile implicita premessa, che i testi nascessero per la scena, intimamente ancorati a codici comunicativi non verbali...

Acquista questo articolo

Per acquistare solo questo articolo, fai clic sul pulsante e sarai reindirizzato sul sito Casalini nel quale potrai effettuare l'acquisto e scaricare il singolo articolo.

Procedi all'acquisto

Acquista questo numero

Per acquistare questo numero della Biblioteca di DEM, fai clic sul pulsante e sarai reindirizzato sul sito Casalini nel quale potrai effettuare l'acquisto e scaricare il singolo articolo.

Procedi con all'acquisto
Scheda abboanmenti

Registrati gratuitamente alla rivista online

Dionysus ex machina, rivista on line di studi sul teatro antico pubblicata con cadenza annuale, si articola in sei sezioni (Testi, Dopo l'antichità, Scene, Monumenti, Cinema, Laboratori. Scuola e Università) e in uno spazio ulteriore (Notizie) costantemente aggiornato, che ospita annunci, recensioni e agili schede di spettacoli teatrali, libri, convegni, festival attinenti alla drammaturgia e, più in generale, alla cultura classica. Sono disponibili liberamente tutti gli articoli, i contenuti multimediali, lo spazio Notizie e i link, previa registrazione gratuita.

I volumi della Biblioteca di DEM possono essere acquistati interamente o per singoli articoli tramite Casalini Libri.

REGISTRATI