G.B. Palumbo & C. Editore S.p.A. - Rivista annuale online di studi sul teatro antico

Dionysus ex Machina

 
Biblioteca di DeM1

Ritmo, Parola, Immagine

Il teatro classico e la sua tradizione

Atti del Convegno
Internazionale e Interdottorale
(Ferrara, 17-18 dicembre 2009)

a cura di
Angela Maria Andrisano

ISBN 9788860172228

Premessa

Il presente volume raccoglie gli interventi, rielaborati e aggiornati bibliograficamente, presentati al Convegno Internazionale e Interdottorale Ritmo, parola, immagine. Il teatro classico e la sua tradizione (Ferrara, 17-18 dicembre 2009). L'iniziativa, promossa e sostenuta dall'Istituto Universitario di Studi Superiori (I.U.S.S.) che coordina le diverse scuole di dottorato dell'Ateneo ferrarese, è nata dall'intento di mettere a confronto esperienze di ricerca di giovani studiosi che si occupano sotto diversi aspetti e angolature del teatro classico e della relativa tradizione. Nell'ambito del curriculum di Arti performative del dottorato in Studi umanistici e sociali è attivo un gruppo di ricerca che alla filologia dei testi teatrali greci e latini e alla storia dello spettacolo antico affianca l'interesse per la storia della ricezione di queste antiche partiture, nonché l'imprescindibile studio delle fonti iconografiche. Vi partecipano i colleghi Daniele Seragnoli e Stefano Bruni, la sottoscritta, che ha progettato il convegno, e i rispettivi più giovani allievi e dottorandi. La collaborazione con gruppi di ricerca di Università e Centri italiani (Bologna, Genova, Palermo, Siena, Torino, Urbino, Verona) e stranieri (Barcelona, London, Nantes, Paris, Toulouse) ha permesso di realizzare un incontro, che ai giovani studiosi italiani ha affiancato colleghi spagnoli, francesi, inglesi di rilievo internazionale. Ne è scaturito un vivace dialogo interdisciplinare che ha permesso di evidenziare l'importanza delle diverse metodologie di ricerca, dei diversi approcci allo studio del teatro antico e conseguentemente di ribadire la necessità di confrontarne i risultati, utili nella loro molteplicità a prospettare nuove e più proficue linee di indagine.

Desidero qui ringraziare in particolar modo Giovanni Fiorentini, già Direttore dello I.U.S.S., che da fisico nucleare crede nell'importanza degli studi classici, Paolo Fabbri, coordinatore del dottorato in Studi Umanistici e Sociali, i colleghi Guido Avezzù, Giulio Guidorizzi, Franco Montanari, Salvatore Nicosia, Franca Perusino, Renzo Tosi, Daniele Seragnoli, Stefano Bruni che hanno aderito all'iniziativa proponendo i loro allievi, ed infine Giusto Picone, Direttore della rivista on line Dionysus ex Machina (Palumbo Editore), cui si deve il progetto della Biblioteca di DeM.

Questa iniziativa non si sarebbe potuta realizzare senza la disponibilità di Mario e Giorgio Palumbo, l'indispensabile attenzione di Vincenzo Patricolo, e senza la preziosa, costante collaborazione di Elena Pavini. Un ultimo, ma non meno sentito, ringraziamento va a Leonardo Fiorentini e a Cinzia Boccaccini, segretaria organizzativa del Convegno.

Scarica l'indice e la premessa

Articolo completo

Fai clic sull'icona del file a lato
per scaricare indice e premessa
in formato Acrobat PDF.

Ritmo, parola, immagine Indice

Fai clic su un titolo di sezione per espandere l'indice degli articoli contenuti.

Introduzione

Ritmo

Parola

Immagine

Scheda abboanmenti

Registrati gratuitamente alla rivista online

Dionysus ex machina, rivista on line di studi sul teatro antico pubblicata con cadenza annuale, si articola in sei sezioni (Testi, Dopo l'antichità, Scene, Monumenti, Cinema, Laboratori. Scuola e Università) e in uno spazio ulteriore (Notizie) costantemente aggiornato, che ospita annunci, recensioni e agili schede di spettacoli teatrali, libri, convegni, festival attinenti alla drammaturgia e, più in generale, alla cultura classica. Sono disponibili liberamente tutti gli articoli, i contenuti multimediali, lo spazio Notizie e i link, previa registrazione gratuita.

I volumi della Biblioteca di DEM possono essere acquistati interamente o per singoli articoli tramite Casalini Libri.

REGISTRATI