G.B. Palumbo & C. Editore S.p.A. - Rivista annuale online di studi sul teatro antico

Dionysus ex Machina

Dionysus ex Machina n.7
N.7 - anno 2016
g.b. palumbo editore & c. s.p.a.
pubblicazione: N.7 - Anno 2016
Codice articolo: DEM2016216135
Nicola Pace

La mimèsi in Filodemo di Gadara

Recent studies have pointed out that it is non possible to find in Philodemus of Gadara such a complex notion of mimesis as that Aristotle had worked out (Poet. 9, 1451a 36-b11), because Philodemus uses mimesis (μίμησις) mainly to express the simple imitation of a particular reality, or  o previous  author sometimes  he  gives  mimeisthai  (μίμεῖσθαι) th generi meaning  o «composing poetically». We will analyze a very important and difficult passage of the Book V of Poetics (cols. XXV 30-XXVI 20), in which Philodemus gives aims for excellence in poetic diction and content, and asks the diction «to imitate the diction which teaches beneficial things in addition». Soon after he speaks of imitation in relation to the poiema (ποίημα, «the poe), no longer to the  diction,  saying  that  «poem  i that  which  imitates  as  much  as  possibl (or  «insofa as  it can»). We will show that Philodemus does not want to propose a complex notion of mimesis, and, generally speaking, is not so accurate in define mimesis, since what he asks the good poet is not a peculiar representation of reality, but the choice of a rational subject and the good and rational disposition of the facts in accordance with the disposition of words. 

Studi  recent hanno  mostrat com non  si possibil trovare  i Filodem di  Gadar una complessa nozione di mimèsi quale quella che era stata elaborata da Aristotele (Poet. 9, 1451a 36-b11), poiché Filodemo usa mimesis (μίμησις) soprattutto per indicare la semplice imitazione di una particolare realtà, o di un autore precedente, talvolta invece dà a mimeisthai (μίμεῖσθαι) il significat generico  di  «comporre  i modo  poetic Intendiam analizzare  un  passo  molto important difficil del  libro  dell Poetica  (coll XX 30-XXV 20),  i cui  Filodemo propon gl scop per  l'eccellenz ne linguaggi nel  contenut dell poesia chied al linguaggi «di  imitare  i linguaggi che  insegna  anche  cos utili» Subit dopo,  parl di imitazione in relazione al poiema (ποίημα, «il componimento poetico»), non più al linguaggio, dicendo  che  «i componiment poetico  è  ciò  che  imita,  per  quant è  possibile» Vogliamo mostrare come Filodemo non voglia proporre una nozione complessa di mimèsi e, in generale, non sia accurato nella definizione di mimèsi, in quanto ciò che chiede al buon poeta non è una particolare  rappresentazion dell realtà,  m l scelt di  u soggett razional l buon razionale disposizione dei fatti in accordo con la disposizione delle parole.

Scarica l'articolo completo

Tutti gli articoli, i contenuti multimediali, lo spazio Notizie e i link Sono disponibili liberamente previa registrazione gratuita.
I volumi della Biblioteca di DEM possono essere acquistati interamente o per singoli articoli tramite Casalini Libri.

REGISTRATI
Cerca nel sito...

Puoi affettuare la ricerca inserendo
il titolo, l’autore o il codice articolo.

La Biblioteca di DEM

In questa sezione sono raccolti i volumi fuori serie che fanno riferimento a Dionysus ex machina per contenuti legati al mondo del teatro antico. Vi si trovano atti di convegni e monografie nonchè raccolte di saggi sempre sul tema del teatro antico.

Gli indici dei volumi sono consultabili online ed è possibile acquistare in formato ebook sia l'intera opera che alcune sue parti (ad esempio gli atti dei ocnvegni sono acquistabili anche per singolo articolo)...

Continua...